Cumino (Carum Carvi)

Posted on ottobre 29, 2011 by

Il cumino è una specie biennale con fusto ramificato e fiori bianchi ad ombrello. In natura si incontra sulle alpi nei prati oltre i 1000 metri. Si semina in primavera in terreno leggero, fresco, luminoso. Le piantine vanno poi diradate a una distanza di circa 30 cm. Il cumino fiorisce il secondo anno successivo alla semina ad inizio estate. Le foglie sono sempre pronte, mentre i frutti si raccolgono tra luglio e agosto, prima della completa maturazione, avendo cura di tagliare le ombrelle e farle essiccare capovolte. I frutti, una volta staccatisi dalle ombrelle, vanno conservati in barattoli ermetici.

Utilizzi del cumino

In cucina foglie e frutti si utilizzano per insaporire salse e carni e aromatizzare il pane. In Oriente risulta uno degli ingredienti del curry. L’olio essenziale dà aroma ai liquori.

In erboristeria è utilizzato sia come tisana digestiva, sia per uso esterno. I frutti infatti hanno azione disinfettante delle mucose e della pelle e stimolano la circolazione; lasciati nell’acqua calda della vasca da bagno offrono un momento rilassante e purificante.

Leave a Reply